Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Condividi

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Quale miglior punto di vista se non quello del ciclista stesso per capire dove occorra migliorare il manto stradale? Con questa filosofia in Gran Bretagna e, più precisamente, nelle località di York, Thurrock e Wiltshire, si sta testando un sistema di monitoraggio delle tanto temute buche stradali tramite telecamere installate anche sulle biciclette.
 
Si tratta di telecamere ad alta definizione, le cui registrazioni sono poi girate alle autorità municipali per provvedere agli interventi necessari: per identificare quali abbiano la priorità ci si baserà proprio sul punto di vista soggettivo dei veicoli.
 
Il Dipartimento dei Trasporti britannico ha pensato ad installare gli occhi elettronici su camion, autobus e biciclette, aggiungendo proprio nei giorni scorsi una nuova e-bike a questa strana flotta: se il progetto pilota, recentemente vagliato dal Ministro che si occupa della manutenzione della rete viaria inglese, darà i suoi frutti, verrà esteso ad altre aree del Paese.